Avere un animale domestico: guida al possesso consapevole del pet

Avere un animale domestico guida al possesso consapevole

Denaro, tempo, pazienza… quante cose da considerare prima di avere un animale domestico! Possedere un pet è un desiderio molto diffuso tra adulti e bambini, ma non è sempre una buona idea accogliere in casa un nuovo membro della famiglia, a meno che non si sia ben consapevoli di cosa ciò comporti.

Un animale non è un morbido giocattolo o un capriccio passeggero, bensì un essere vivente con delle necessità precise. Solo rispettarle appieno può garantirgli una vita dignitosa.

Per sapere se siamo davvero pronti ad avere un animale domestico, ecco una piccola guida al possesso consapevole del pet.

 

Partire con il piede giusto

 

Quando si decide di accogliere in casa un animale domestico molte cose vengono date per scontate. Si pensa che sia facile occuparsi di lui o che venga naturale farlo con costanza. Ma come per ogni cosa importante nella vita, anche un pelosetto richiede tempo e pazienza.

Avere un animale domestico è un impegno serio e significa dover essere pronti a soddisfare ogni sua esigenza per molti anni.

Acquistare o adottare un cucciolo solo perché conquistati dall’estetica di un particolare esemplare o perché sentiamo il bisogno di toglierci uno sfizio è un errore terribile, perché potrebbe minare seriamente la stabilità della nostra vita e di quella del pet.
 

Avere un animale domestico: allargare la famiglia costa!

Accogliere in casa un animale comporta una spesa aggiuntiva nel bilancio domestico. Il costo varia da esemplare a esemplare, in base alle sue caratteristiche, ma in linea di massima avere un pet implica un ulteriore impegno economico, soprattutto se si desidera donare al nuovo arrivato una vita dignitosa.

Ogni animale ha bisogno di un apposito spazio dove vivere o riposare, che può essere una cuccia, un lettino o una gabbia per roditori o per volatili.
Anche l’alimentazione comporta una spesa mensile non indifferente, alla quale vanno aggiunti i costi degli accessori basilari, dei giochi e delle spese mediche, tra visite, medicinali ed eventuali antiparassitari. Oltre ai principali vaccini, per i quali c’è un richiamo regolare, esistono inoltre alcune spese impreviste, alle quali dev’essere sempre possibile far fronte.

Prima di accogliere un pet è bene dunque capire se siamo in grado di sostenere le spese per il suo mantenimento.

 

Tempo e amore, i regali più graditi


Avere un animale domestico
non significa solamente sostenere una spesa rilevante in termini economici, ma rappresenta anche un impegno personale a cui non ci si può sottrarre. Un pet ci può donare compagnia e moltissimo amore, ma anche noi dobbiamo essere pronti a concedergli il nostro affetto e il nostro tempo.

Alcuni esemplari sono più impegnativi di altri e non tutti richiedono attenzioni costanti. Solitamente gli animali di piccola taglia prevedono qualche cura in meno, mentre sono soprattutto cani e gatti a impegnare di più. Per loro è fondamentale l’attività ricreativa quotidiana, che permette di sfogare le loro energie e la loro creatività tramite il movimento, così come non può mancare il momento delle coccole e del gioco.

Gli animali domestici con i quali è prevista un’interazione vanno inoltre educati a un corretto comportamento dentro e fuori casa, cosa che richiede tempo, disponibilità e pazienza.

Il cane per esempio trae beneficio dalla socializzazione con altri cani e altre persone. Gli incontri – durante i quali vanno tenuti sotto controllo eventuali comportamenti aggressivi o sospetti – evitano lo sviluppo di un carattere eccessivamente timido e permettono al cane di essere stimolato da esperienze più varie.

 

Attenzione alle festività: il pet non è un pacco regalo!

 

In vista delle festività natalizie non è mai scontato ricordare che un animale, qualunque esso sia, va accolto e non acquistato come regalo. Un essere vivente deve essere sempre percepito come qualcosa di senziente, meritevole di amore e di rispetto per tutta la sua vita.

È importante evitare di donare degli animali domestici soprattutto ai bambini, non perché il loro amore non sia valido, ma perché in molti casi i più piccoli chiedono un cucciolo per Natale seguendo un desiderio passeggero.

La decisione di avere un animale domestico dev’essere discussa con attenzione dall’intera famiglia, poiché saranno tutti i suoi membri a doversene occupare in modo regolare. La decisione va dunque valutata a fondo e presa realmente in considerazione solo quando lo sfizio di avere un animale diventerà un consapevole atto di amore incondizionato.

La scelta in tal caso può ricadere sull’acquisto da un allevamento certificato, oppure sull’accoglienza di un esemplare ospitato in un rifugio. Sono ancora moltissime infatti le vittime di abbandono alla ricerca di una casa e di una famiglia che possa accoglierle con affetto.