Chi è Linneo, il cane della fiction Blanca?

Chi_è_Linneo_il_cane_della_fiction_Blanca

Dopo aver conquistato i telespettatori con i suoi occhi di ghiaccio e l’indole dolcissima, il cane Linneo, personaggio chiave della fiction Rai 1 Blanca, ha spopolato anche sul web, diventando protagonista di articoli, approfondimenti e interviste.
Ma chi è Linneo? Scopriamo nome, età e razza della bellissima cagnolina, diventata in poco tempo la beniamina degli italiani!

 

Dall’adozione alla vita da attrice: la cagnolina Fiona è diventata una star!

I film e le serie tv sono piene di quattro zampe talentuosi, capaci di dare un valido supporto ai loro “colleghi umani”. Tra tutti gli attori canini che hanno calcato la scena in questo periodo, un pelosetto in particolare ha attirato l’attenzione dei telespettatori e della stampa italiana, grazie alla sua bravura sul set e all’affetto che l’ha legata all’attrice protagonista. 

Stiamo parlando di Linneo, la cagnolina che nella fiction crime Blanca assiste la protagonista non vedente, aiutandola addirittura a risolvere alcuni difficili casi di omicidio! 

I suoi occhi di ghiaccio, con cui è stata in grado di comunicare emozioni a ogni sguardo, non sono passati inosservati, tanto che dalla tv la sua popolarità si è velocemente diffusa anche al web e al mondo dei social network, dove sono stati in molti a chiedersi chi fosse questa adorabile cagnolina. 

Dietro a Linneo si cela in realtà Fiona, un esemplare di quattro anni di bulldog americano, adottato nel 2018 dall’osteopata di Roma Marco Straccia.
Quando la pelosetta è entrata nella vita dell’uomo, mai si sarebbe aspettato che ad attendere Fiona ci sarebbe stato un futuro stellare, ma le cose sono andate proprio così!

Nonostante siano soprattutto i Labrador, i Golden Retriever e i Border Collie le razze più duttili per l’addestramento, Fiona ha risposto benissimo al training, svolto attraverso snack, croccantini per cani e altre gratificazioni, come prevede il metodo del rinforzo positivo. Ha inoltre instaurato un ottimo legame con i membri del team di Blanca, dimostrando la grande capacità di adattamento dei molossi e la loro indole affettuosa, a dispetto di un’opinione pubblica che li vede come cani aggressivi.

 

L’addestramento e il rapporto con il cast

Il motivo per cui Fiona è stata scelta per interpretare il cane guida di Blanca, proviene da una decisione del regista della fiction, Jan Michelini, che sul set desiderava lavorare con un cane dalla presenza fisica massiccia, ma anche dolce e affettuoso.
Quando è entrato in contatto con Fiona, si è innamorato tanto della sua indole quanto dei suoi occhi di ghiaccio, rari per la sua razza. Quando poi la cagnolina è stata avviata all’addestramento, si è dimostrata incredibilmente portata, intelligente e ricettiva!

Chi_è_Linneo_il_cane_della_fiction_Blanca

Già educata dal padre adottivo Marco ai comandi basilari, Fiona ha completato un addestramento più mirato grazie alla trainer Carolina Basile, che da anni lavora sul set assieme ai cani. A questo percorso, della durata di due mesi, si è aggiunto un ulteriore mese per fare in modo che Fiona e Maria Chiara Giannetta – l’attrice che avrebbe interpretato Blanca – instaurassero un rapporto di complicità. Giorno dopo giorno le due sono diventate inseparabili, tanto che anche fuori dal set Maria Chiara trascorreva molto tempo insieme a Fiona, coccolandola e prendendosi cura di lei. 

Creare un legame speciale tra attrice e spalla a quattro zampe era fondamentale, poiché Fiona avrebbe interpretato niente meno che il cane guida di Blanca, una ragazza non vedente. Per questo i movimenti delle due dovevano essere coordinati alla perfezione e ogni comando doveva essere recepito ed eseguito da Fiona senza indugio.
La pelosetta doveva inoltre camminare sempre accanto alla protagonista, con apposito guinzaglio e pettorina.
Il lavoro fatto dagli addestratori è stato straordinario, così come sono stati cruciali il carattere docile e la spiccata intelligenza della cagnolina!

 

La vita sul set: stress o divertimento?

Sono stati in molti a domandarsi anche se l’esperienza sul set abbia rappresentato per Fiona una grande fatica o una forma di divertimento. Di certo anche i cani, come gli attori umani, devono impegnarsi molto nell’eseguire le indicazioni registiche, ma è stato lo stesso Marco Straccia a raccontare alla stampa il lavoro di Fiona. 

L’uomo si è fin da subito assicurato che la cagnolina non rimanesse mai da sola.
Quando le riprese si sono svolte a Roma, Fiona ritornava a casa ogni sera, mentre quando si sono spostate a Genova – dove la fiction è ambientata – Marco è andato con lei, per non farle soffrire la lontananza da casa.

Il set ha rappresentato per Fiona un’esperienza molto divertente, grazie ai continui stimoli mentali, ai giochi e all’affetto di tutto il team di Blanca.

Sebbene molti fan si siano indignati per l’ormai famosa scena della sparatoria nella puntata “Io ballo da sola” – che ha coinvolto il personaggio di Linneo da vicino – cast e addestratori hanno assicurato che Fiona non ha mai corso nessun rischio, ma è stata estremamente brava a recitare la scena, proprio come un’attrice dalla lunga esperienza! 

 

Per i tuoi pelosetti scegli solo prodotti da vere star! Scopri lo shop di Giulius o vieni a trovarci in negozio!

 

 

Leggi anche: Freddie Mercury e il suo profondo amore per i gatti