Il pet in società: 5 consigli per frequentare l’area cani

Il pet in società: 5 consigli per frequentare l’area cani

Il cane è un animale che richiede un’attività fisica regolare e la possibilità di socializzare con i propri simili, per mantenere il proprio benessere psicofisico. Nelle zone urbane questa opportunità viene fornita soprattutto dalle aree cani – dette anche aree di sgambamento – luoghi recintati, contenuti e sicuri. Qui i nostri pelosetti possono essere lasciati liberi di correre, giocare e divertirsi, nonché di fare amicizia con altri animali, ma esistono alcune regole da rispettare per un corretto utilizzo di queste zone.
Ecco 5 consigli per scoprire come comportarsi in un’area cani!

 

1. Area cani: è adatta proprio a tutti?

Sebbene l’area cani sia un luogo pubblico e aperto a tutti, non è corretto dire che non esistono limitazioni. In alcune situazioni potrebbe essere sconsigliato introdurvi il nostro pelosetto, soprattutto se non è abituato alla presenza degli altri esemplari o se si trova in uno stato di salute delicato.

Nel caso dei cuccioli è bene evitare di frequentare l’area cani prima delle 12-14 settimane di vita, per non esporlo a troppi stimoli. Il periodo di sviluppo va dedicato alla crescita del piccolo, alle vaccinazioni e ai primi tentativi di socializzazione in sicurezza.
Allo stesso modo è molto importante garantire l’ingresso solo a esemplari già vaccinati, in possesso di microchip e protetti da buoni prodotti antiparassitari, per scongiurare la diffusione accidentale di malattie contagiose e di parassiti.

L’introduzione di cani sani e dotati di un buon sistema immunitario non è però l’unico criterio da rispettare prima di frequentare le aree di sgambamento. È bene che evitino queste zone anche gli esemplari che faticano a tenere a bada la propria aggressività, nonché le femmine in calore, che in alternativa possono essere condotte in passeggiata e fatte giocare in luoghi più controllati. Durante il periodo dell’estro il rischio è infatti quello di alimentare le rivalità tra maschi e – di conseguenza – aumentare il rischio di scontri.

I bambini invece possono accedere all’area cani solo se accompagnati e tenuti sotto controllo da un adulto. Il loro innato entusiasmo e la voglia di interagire con i cani potrebbe infatti mettere in agitazione gli esemplari più timidi.

 

2. Responsabilità e preparazione

Il pet in società: 5 consigli per frequentare l’area cani

Dopo aver stabilito se l’area cani è adatta al nostro animale, è cruciale tenere presente che si tratta di un luogo dove siamo del tutto responsabili del comportamento del pelosetto.

Prima di avviare l’attività e la socializzazione è bene che il nostro cane non sia un concentrato di energia, ma che abbia avuto modo di sfogarsi. Il modo migliore per permetterglielo è farlo giocare a lungo o di portarlo in passeggiata, armati di guinzaglio e collare o pettorina (meglio se con l’apposita medaglietta identificativa).
L’area cani non deve infatti sostituire la normale attività quotidiana, ma appoggiarla e fornire un’ulteriore occasione per socializzare in sicurezza. Entrarvi con un esemplare troppo emozionato e pieno di energie potrebbe portare a tensioni e a potenziali scontri.
Prestiamo attenzione al comportamento del pet in gruppo e riduciamo se possibile i momenti di gioco tra cani di taglia troppo diversa, per non provocare incidenti.
Nell’attesa che il nostro pet si calmi non sostiamo accanto al recinto dell’area cani, per non mettere gli altri esemplari in agitazione.

Anche il nostro comportamento è un criterio di cui tenere conto. Sfruttiamo l’area cani non come un luogo dove distrarci e lasciare che il nostro animale si sfoghi autonomamente, bensì come una risorsa per legare con lui. Lasciamo che socializzi con i propri simili, ma non abbandoniamolo a se stesso e non rimproveriamolo con grida e strattoni in caso di comportamenti sbagliati, per non alimentare la sua tensione!

 

3. Portiamo con noi i giusti accessori

Spesso le aree cani sono dotate di recinti, fontanelle e in alcuni casi addirittura di attrezzature per l’agility dog. Per una permanenza serena è però consigliato conoscere le esigenze del nostro pelosetto e portare con noi i giusti accessori. Per l’idratazione del cane si consiglia l’utilizzo di una comoda borraccia dell’acqua portatile, mentre è bene avere sempre a portata di mano i sacchettini per raccogliere i bisogni del pet.

Durante la permanenza nella zona delimitata è invece vietato l’uso del guinzaglio perché potrebbe mettere il pelosetto in uno stato d’ansia, causato dall’idea di non poter avere via di fuga in caso di scontro con altri esemplari.
Vanno anche evitati assolutamente i giochi, i croccantini e gli snack, tutti elementi che potrebbero scatenare comportamenti possessivi e meccanismi di rivalità tra cani.

 

4. Bando agli eccessi

Il pet in società: 5 consigli per frequentare l’area cani

Come è stato detto nel punto precedente, è bene lasciare il pelosetto libero dal guinzaglio nell’area cani. Sebbene fare di tutto per farlo sentire al sicuro sia un comportamento istintivo, in realtà l’eccesso di controllo può rivelarsi controproducente tanto quanto la negligenza.

In una situazione di pericolo, per esempio, prendere il pelosetto in braccio può essere rischioso, poiché istiga tanto l’aggressività del cane “in attacco”, tanto quella del nostro, che si sente abbastanza al sicuro con noi da poter assumere un comportamento ostile.
In braccio inoltre un cane non può mai dirsi del tutto al sicuro, soprattutto se gli altri cani sono di grandi dimensioni.

D’altra parte anche la disattenzione può essere ugualmente rischiosa. Facciamo il possibile per tenere d’occhio i comportamenti del nostro amico a quattro zampe per tutta la durata della sua permanenza, in modo che la sua esperienza e quella degli altri sia serena e sicura. Evitiamo che il nostro pelosetto vada subito incontro ai suoi simili per fare conoscenza, agevolando piuttosto una socializzazione graduale.

 

5. Non dimentichiamo la buona educazione!

Ultimo consiglio, ma non meno importante: teniamo pulita l’area cani e diamo il buon esempio con un comportamento civile ed educato! Se il nostro pelosetto fa i propri bisogni in giro, raccogliamoli e riponiamoli negli appositi cestini. Alcuni esemplari potrebbero imbattersi accidentalmente nelle feci dei loro simili, mangiarle o volercisi rotolare, rischiando nei casi peggiori la diffusione di parassiti e patologie.

Non lasciamo rifiuti e se notiamo la presenza di cartacce o immondizia, raccogliamola, anche se non siamo stati noi a sporcare. L’area cani è un luogo importante, che permette al nostro cane di socializzare e fare attività in sicurezza. Rispettiamola!

 

Negli store di Giulius trovi accessori, pappe, giochi e tutto ciò che serve al tuo pelosetto! Oppure scopri il catalogo online del nostro e-commerce!

 

Leggi anche: Collare o pettorina? Guida all’acquisto dell’articolo perfetto per Fido!