Viaggi senza il pet, ma non sai come organizzarti? Ecco le soluzioni!

Viaggi senza il pet, ma non sai come organizzarti? Ecco le soluzioni!

 

È estate e per molti possessori di animali domestici è tempo di intraprendere una vacanza in compagnia dei pelosetti! Il nostro Paese e molte mete estere mettono a disposizione un gran numero di alberghi e stabilimenti che consentono l’accesso a cani e gatti, ma non sempre è possibile portare con noi i nostri pet.
In questi casi è fondamentale fare in modo che anche durante la nostra assenza essi ricevano le giuste cure. Ecco le migliori soluzioni da adottare!

 

Gli animali domestici: un impegno tutto l’anno!

Prima di valutare quali siano le nostre opzioni è doveroso fare una piccola premessa: accogliere in casa un animale domestico è un impegno serio, che non tutti possono assumere.

Il benessere dei pelosetti dipende da molti fattori, tra cui il nostro amore, le nostre attenzioni e il tempo che dedichiamo loro. In quanto membri della nostra famiglia è importante che facciano parte della nostra vita anche in vacanza, soprattutto gli esemplari che più soffrono la nostra lontananza.

Se le circostanze ci mettono di fronte alla necessità di trascorrere più giorni lontani dal pet, le soluzioni ci sono e sono più semplici del previsto.
In nessun caso la nostra partenza deve trasformarsi in un’occasione per abbandonare i nostri animali!

 

L’importante aiuto di familiari, amici e persone a noi vicine

Il momento di partire per le vacanze estive si avvicina, ma per un motivo o per un altro non è possibile portare con noi il nostro animale. Non facciamoci prendere dal panico, le soluzioni in questi casi sono varie, ognuna adatta alle nostre esigenze!

Per agevolare il distacco è importante che nel corso della loro vita insegniamo ai nostri animali a stare a casa da soli. Il gatto in questo è solitamente più agevolato, mentre il cane tende ad apprezzare di più la compagnia.

Affidiamo cane e gatto alle cure di qualcuno a noi molto vicino, meglio se un membro della famiglia o un amico stretto. Il periodo di assenza potrebbe rivelarsi traumatico per i nostri pelosetti, abituati a stare con noi, per questo motivo è una buona idea che a prendersi cura di loro sia qualcuno che già conoscono e la cui presenza non rappresenti una fonte di stress.

 

Viaggi senza il pet, ma non sai come organizzarti? Ecco le soluzioni!

 

Lasciare che cane e gatto trascorrano la vacanza nell’ambiente in cui vivono è importante. Diamo indicazioni precise a chi è incaricato di prendersi cura di loro, in modo che sappia la frequenza di somministrazione dei pasti, le dosi di mangime secco o alimenti umidi per il cane o il giusto bilanciamento tra croccantini e bocconcini per il micio.

Si dovrà assicurare che nella ciotola ci sia sempre acqua fresca e che cane e gatto possano avere anche di un po’ di compagnia. L’idratazione frequente è ancora più importante se i pelosetti sono abituati a stare fuori casa anche nella stagione estiva.
Oltre alle uscite regolari durante la giornata per fare i bisognini, è infine importante portare il cane a fare una passeggiata durante le ore più fresche, di prima mattina e di sera.

 

Le pensioni per animali: un’opzione sempre più gettonata!

Sebbene le cure di una persona fidata siano la soluzione ideale per il benessere dei nostri animali, non sempre possiamo contare su questo tipo di aiuto. L’alternativa più sicura in questi casi è rivolgersi a una pensione per cani o per gatti, un’apposita struttura adibita all’accoglienza dei pet.

Un po’ di tempo prima della partenza raccogliamo informazioni sulle pensioni presenti nella nostra zona, sul personale, le modalità d’accoglienza e le tariffe. In base a ciò che offrono scegliamo quella che più viene incontro ai nostri bisogni.

Possiamo accontentarci di una pensione semplice e poco costosa, che fornisca a cane e gatto solo lo stretto necessario per la permanenza, o strutture più lussuose, dotate di tutti i comfort per far sentire il pelosetto proprio come se fosse in vacanza. È però fondamentale che si tratti di un edificio in regola, pulito e sicuro per i nostri animali e che il personale si occupi di loro con grande attenzione, facendo fronte alle loro esigenze fisiche ed emotive nel corso della nostra assenza.

La scelta può essere agevolata facendo preventivamente visita alla pensione e vedendo più da vicino come si svolge il lavoro del personale. Assicuriamoci di fornire tutti gli accessori non previsti dal pacchetto o ciò che riteniamo indispensabile, come per esempio gli alimenti della linea medica per cane e gatto, in caso di esigenze particolari.

In ogni caso è consigliabile che i pelosetti abbiano con sé qualche oggetto che ricordi loro casa, un giochino per cani e per gatti a cui sono particolarmente affezionati, la loro cuccia o una coperta impregnate con il loro odore, per aiutarli ad abituarsi alla permanenza in un luogo nuovo.

 

Affidarsi a un Pet Sitter responsabile e professionale

C’è poi una terza scelta che sembra stare a metà tra il fai da te e il mondo delle pensioni per animali: i Pet Sitter. Queste figure possono essere una soluzione molto valida se non abbiamo la possibilità di affidare i nostri pelosetti alle cure di parenti e amici e al tempo stesso non ci sentiamo a nostro agio all’idea di lasciarli in un ambiente a loro del tutto estraneo come una struttura.

 

Viaggi senza il pet, ma non sai come organizzarti? Ecco le soluzioni!

 

Affidarsi a una di queste persone significa lasciare il proprio cane o il proprio gatto nelle mani di qualcuno che possa dedicarsi a loro con attenzione, poiché solitamente un unico professionista non prende in carico troppi animali contemporaneamente.

Le tariffe variano da professionista a professionista e in base alle diverse zone d’Italia e possono essere orarie, giornaliere o mensili. In alcune occasioni è possibile che il Pet Sitter si rechi a casa nostra per occuparsi del nostro animale, provvedendo all’alimentazione, alla compagnia, al gioco, alla pulizia e alle eventuali passeggiate. È però più frequente che sia il pet a dover alloggiare presso l’abitazione di chi si occuperà di lui.

In quest’ultimo caso assicuriamoci che cane e gatto facciano conoscenza con questa persona e con il nuovo ambiente prima della nostra partenza, in modo che vivano l’esperienza nel modo più positivo possibile. Anche in questo caso è importante che in una casa sconosciuta il pet abbia tutto ciò di cui ha bisogno, dagli accessori immancabili fino agli oggetti familiari.

Organizziamo un paio di incontri di prova per constatare se il compito può essere svolto senza rischi, a maggior ragione se in casa del Pet Sitter vivono altri animali. Abituiamo con calma il pet a questa nuova esperienza ed essa rappresenterà un’ottima soluzione!

 

 

Visita il nostro sito per scoprire tutte le offerte sui prodotti per il tuo pet!